Questo servizio utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di utilizzo.

Cliccando su Approvo, acconsenti all'uso dei cookie.

Martedì, 27 Febbraio 2024
A+ R A-

Presentazione del Corso di Perfezionamento in Cultural Security Management alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana

Tavolo RelatoriMercoledì 21 dicembre si è svolta presso la Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano la prima presentazione ufficiale del Corso di Perfezionamento in Cultural Security Management, organizzato dalla Fondazione Enzo Hruby, nell'ambito della propria attività Educational, in collaborazione con l'Università degli Studi di Pavia. L'occasione è stata preziosa per illustrare questo nuovo progetto così unico nel suo genere ad un'ampia platea composta in particolar modo dai più qualificati professionisti della sicurezza e dell'integrazione dei sistemi, riuniti in questo luogo straordinario del patrimonio culturale italiano in occasione della cerimonia di consegna del Premio H d'oro 2023, l'iniziativa della Fondazione Enzo Hruby che premia le migliori realizzazioni di sicurezza e con esse la professionalità dei loro artefici.

Il Corso di Perfezionamento in Cultural Security Management è un'iniziativa che per la prima volta in Italia consentirà di formare figure professionali con una conoscenza approfondita e aggiornata riguardante le più avanzate tecnologie attualmente disponibili, che sappiano individuare, per ciascuno dei siti culturali da proteggere, le migliori soluzioni offerte dal mercato compatibilmente col budget messo a disposizione dai singoli enti. Dunque, professionisti in grado di riconoscere, valutare e gestire al meglio le principali necessità di sicurezza, intesa come security, dei luoghi di cultura disseminati capillarmente sul territorio italiano: musei, parchi archeologici, teatri, biblioteche, sale da concerto, istituzioni pubbliche e private. Luoghi che conservano tesori inestimabili e che, paradossalmente, ancora oggi - nonostante le straordinarie possibilità offerte dalle tecnologie - sono troppo spesso esposti al rischio di furti, sottrazioni, atti di vandalismo e danneggiamenti. Tutto questo perché, tra le cause più rilevanti, manca nel nostro Paese una figura professionale appositamente dedicata alla sicurezza dei beni culturali, che sappia indirizzare le scelte per offrire un’adeguata protezione ai beni presenti nei vari contesti.

Il corso in Cultural Security Management, le cui iscrizioni sono aperte fino al 26 febbraio 2024 e le cui lezioni inizieranno il 7 marzo, è rivolto a giovani laureati – in possesso di laurea triennale o superiore nell’ambito dei beni culturali - che si avviano ad intraprendere una carriera dedicata alla tutela, alla gestione e alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico ed archeologico italiano. I moduli di insegnamento sono davvero interessanti e riguardano la normativa nazionale ed europea vigente in materia di sicurezza dei beni culturali, l’analisi e la gestione del rischio nei vari contesti culturali, il rapporto tra protezione e la valorizzazione dei beni culturali, le attuali tecnologie e la loro specifica applicazione nei vari ambiti presi in esame.

Tra i docenti coinvolti in questo corso le cui lezioni vi sono esperti accademici provenienti dall’Università di Pavia e da altre istituzioni di rilievo, nonché professionisti del settore che operano in contesti legati alla sicurezza e alla tutela del patrimonio culturale. Alcuni di loro sono intervenuti ieri alla Biblioteca Ambrosiana: insieme a Carlo Hruby, Vice Presidente della Fondazione Enzo Hruby, hanno portato interessanti testimonianze Maurizio Ettore Maccarini, docente di Economia e Gestione dell'Arte dell’Università degli Studi di Pavia, Andrea Erri, Direttore Generale del Teatro La Fenice e docente in Economia e Gestione dei beni culturali dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, e Silvio Mele, già Comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Torino ed esperto di Sicurezza Anticrimine per il patrimonio culturale.

“La Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano – ha dichiarato Carlo Hruby, Vice Presidente della Fondazione Enzo Hruby in occasione dell'evento - è il luogo delle inaugurazioni più importanti e ricche di significato per la nostra Fondazione, che è stata presentata per la prima volta al pubblico il 27 maggio 2008 nella Sala Federiciana. Nel corso degli anni è stata veramente proficua la collaborazione tra la Fondazione Hruby e la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, concretizzatasi in un importante progetto sostenuto dalla nostra Fondazione per l'implementazione degli apparati di sicurezza di questo luogo cardine del patrimonio culturale italiano e in un progetto di protezione puntuale destinato alla Canestra di frutta di Caravaggio. A distanza di quindici anni, siamo orgogliosi di presentare qui il primo Corso di Perfezionamento in Cultural Security Management, istituito dalla nostra Fondazione in collaborazione con l'Università di Pavia: si tratta di un’iniziativa unica nel suo genere in Italia, che rappresenta una grande conquista per la protezione e la tutela dei beni culturali, andando a istituzionalizzare una figura professionale – quella del cultural security manager – di cui  abbiamo più volte sottolineato in questi anni la mancanza nei luoghi della cultura del nostro Paese. Un grazie sentito al Prof. Maurizio Ettore Maccarini e al Senato Accademico dell'Università degli Studi di Pavia per l'attenzione e la sensibilità dimostrate nel voler attivare questo corso foriero di ottimi sviluppi, e altrettanto grazie alle Aziende del settore della sicurezza che hanno desiderato offrire delle borse di studio per la partecipazione degli studenti più meritevoli al corso”.

Maggiori informazioni sul Corso in Cultural Security Management sono presenti nel sito web dedicato www.corsoculturalsecuritymanagement.it

Tavolo Relatori Pubblico Pubblico