Questo servizio utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di utilizzo.

Cliccando su Approvo, acconsenti all'uso dei cookie.

Martedì, 01 Dicembre 2020
A+ R A-

Museo Teatrale alla Scala

Museo Teatrale alla Scala

La Fondazione Enzo Hruby per la riapertura in sicurezza del Museo Teatrale alla Scala

LaScala InternoLa storia straordinaria del Teatro alla Scala di Milano, con oltre duecento anni di spettacoli memorabili, rivive nel museo che dai primi del Novecento ha sede al suo interno e che conserva una ricca collezione di opere di grande valore. Dai dipinti legati al mondo dell'opera lirica e del teatro, ai bozzetti delle scenografie, alle lettere autografe dei personaggi che hanno contribuito a creare il mito del Teatro alla Scala, fino a preziosi strumenti musicali antichi, tra cui il pianoforte appartenuto a Franz Liszt. A questo luogo così ricco di storia, di arte e di cultura, la Fondazione Enzo Hruby è legata da una proficua e duratura collaborazione, che durante l’emergenza sanitaria è scaturita in un importante intervento mirato a tutelare la salute delle persone che visitano il Museo e che operano all’interno dello stesso. Il sistema realizzato permette di tutelare la salute dei visitatori e del personale del Museo, monitorando in tempo reale gli accessi all’ingresso del Museo e nelle varie sale ed evitando qualsiasi possibilità di assembramento.

Il sistema sostenuto dalla Fondazione Enzo Hruby per consentire al Museo Teatrale alla Scala di riaprire in sicurezza si avvale  di telecamere termometriche, una tecnologia che si rivela di grande utilità per tutelare la salute delle persone nei luoghi pubblici. I dispositivi installati nei varchi di accesso al Museo operano per controllare la temperatura corporea e la presenza della mascherina, garantendo la gestione automatica degli ingressi per la prevenzione epidemica. Il sistema progettato per il riconoscimento facciale è stato adattato per poter rispondere attivamente alle esigenze del Museo in merito alla protezione sanitaria di tutte le persone che vi lavorano e lo visitano. In particolare sono state utilizzate le funzioni di intelligenza artificiale del dispositivo coinvolto per avere un controllo a distanza sulle temperature di tutte le persone che accedono all’edificio e la verifica che la mascherina sia effettivamente indossata in maniera conforme (protezione naso e bocca). La rilevazione della temperatura è affidabile e veloce con una precisione di +/ - 0,3°C.

La rilevazione della temperatura corporea, che permette di evitare l’ingresso all’interno del Museo di persone potenzialmente contagiose, si integra ad un avanzato sistema per il conteggio delle persone realizzato per evitare assembramenti all’ingresso e all’interno delle sale espositive. Il sistema di conteggio persone realizzato presso il Museo Teatrale alla Scala  di Milano è costituito da un’unità centrale di elaborazione, ovvero un supervisore installato negli armadi a barra DIN e quindi invisibile, dove vengono elaborate tutte le informazioni raccolte dai sensori. I sensori installati -  compatti, multidirezionali e basati sull’analisi video e sui modelli tridimensionali delle sagome - utilizzano una tecnologia di riconoscimento immagine brevettata e davvero all’avanguardia, che consente di tracciare e contare automaticamente le persone che nelle varie sale passano sotto al sensore.  Per ogni luogo sottoposto al controllo viene creata un’area specifica, per consentire conteggi accurati degli ingressi e delle uscite. Ma non solo: i sensori installati sono in grado di rilevare movimenti complessi, come persone ferme, che tornano indietro, e soprattutto situazioni di affollamento.